Tra le cause della forfora il fungo Malasseria globosa, che vive nel cuoio capelluto. Se, a causa di diversi fattori di squilibrio microbiologico, questo fungo prende il sopravvento, dà origine alla forfora.
 

Sperimentazione casalinga con Microrganismi Efficaci per l'eliminazione della forfora

Osservazioni effettuate dal nostro caro cliente A.M.

prodotto usato: EMbio gold

Premesse

La forfora risulta essere pure lei un microrganismo (Malasseria globosa) presente in tutti i cuoi capelluti e pertanto quello che si combatte è un suo eccesso (dovuto a cause varie tra le quali irritazione del cuoio capelluto, stress, età avanzata, alimentazione).

Non essendo considerata una vera malattia è  un problema che non trova aiuto nel suggerimenti dei medici che, stando alle mie esperienze, non ne conoscono l’esatta origine.

Non esiste in commercio nessun prodotto, tra quelli a me noti, veramente efficace nel campo degli shampoo “antoforfora” (l’unico valido presente sul mercato è un farmaco tra l’altro soggetto ad assuefazione) e che molti dei prodotti “per frizioni” possono si dare  sollievo togliendo il prurito ma peggiorano la situazione irritando ancor di più la cute.

Osservazioni sperimentali

Malgrado i dubbi che dei microrganismi potessero eliminarne altri di specie diversa ho voluto provare il prodotto di cui sopra dopo diversi giorni che non mi lavavo i capelli e non mi pulivo dalla forfora. Quindi con un accumulo e ricaduta in forma di “neve” bianca sulle spalle.

Tramite un piccolo contenitore con tappo forato ho travasato il prodotto aggiungendo acqua in rapporto del 50% e con questo l’ho distribuito e frizionato su tutta la superficie. Questa operazione l’ho ripetuta per tre giorni e per 4 volte al giorno. Anzi, al terzo giorno, visto che non sorgevano problemi, ho usato il prodotto allo stato puro. Durante il trattamento il prurito, specie all’inizio, è stato più fastidioso.

Il risultato è stato “abbastanza” soddisfacente nel senso che un esame accurato del cuoio capelluto ha individuato qualche raro e isolato “fiocco” di forfora. Una situazione cioè più che accettabile.

Per il mantenimento sono passato a un trattamento ogni due/tre giorni, sempre con il prodotto non diluito e con sparizione totale della forfora.

Ovviamente questo esperimento non può essere considerato valido per tutti, occorrerebbe a mio giudizio approfondirlo coinvolgendo più soggetti effetti da forfora e condizioni diverse in quanto diverse possono essere i tipi di forfora e il grado di radicamento.

Credo però che un risultato lo si possa ottenere comunque aumentando i giorni iniziali di trattamento con prodotto non diluito e successivamente usandolo giornalmente come si usa la normale acqua per inumidire i capelli ai fini di facilitarne la pettinatura o qualsiasi frizione.
 

N:B: quanto sopra a puro titolo informativo e di collaborazione in considerazione che il problema "forfora" non è mai stato accostato al rimedio microorganismi

 


 

Un grande grazie a A.M. da EMbio, ogni vostra osservazione è molto importante per noi, poichè le applicazioni degli EM sono davvero infinite!